mercoledì 15 marzo 2017

Miglio bruno, integratore in gravidanza e allattamento

Di recente mi sono imbattuta più volte in questo alimento: il miglio.

In cucina l'ho usato per proporre alle bambine un cereale diverso dal solito; l'ho consigiato come rimedio erboristorico a diverse persone che mi hanno chiesto consiglio per rinforzare capelli e unghie e, in ultimo, un'amica mi ha regalato un sacchettone di miglio integrale portatole da una suora di ritorno da una missione in India.
A questo punto direi che è doveroso da parte mia scrivere un post su questo granellino minuscolo che porta con se innumerovoli proprietà; dopo diversi mesi di silenzio il miglio mi ha dato il "la" per riprendere questa passione accantonata da qualche tempo.
Nello specifico vorrei parlare del miglio bruno, la varietà selvatica di questa graminacea, ottimo come integratore per le donne in gravidanza, in allattamento e per bambini/ragazzini in fase di crescita.
Il miglio vanta infatti proprietà rimineralizzanti e rigeneranti.
E' un ottima alternativa naturale ai "classici" integratori di sintesi che vengono consigliati durante i nove mesi di dolce attesa, come ad esempio il ferro. E' di aiuto durante l'allattamento quando ci si sente stanche e con poca energia. Inoltre è un supporto naturale per bimbi che stanno sviluppando e strutturando il loro sistema scheletrico.
Questo perchè è altamente proteico ed è uno dei cereali più ricchi di oligoelementi e sali minerali, contiene  magnesio, calcio, fluoro, ferro, fosforo, zinco, ma soprattutto è ricchissimo di acido silicico.
Quest'ultimo ha una vera e proprio funzione rigenerante su tutto il tessuto connettivo (pelle, capelli, unghie....), dona elasticità e allo stesso tempo forza e consistenza al tessuto osseo e alle articolazioni, inoltre stimola il sistema immunitario. Non sono da trascurare nemmeno le proprietà degli altri minerali, seppur contenuti in misura minore: calcio e fluoro sono essenziali per il benessere delle ossa, lo zinco è fondamentale per la crescita e lo sviluppo degli organi di senso(vista, tatto, olfatto) e il magnesio per un corretto equilibrio del sistema nervoso e  così via. E' inoltre ricco di gran parte delle vitamine del gruppo B.
La sinergia di tutti questi elementi rendono il miglio non solo un ottimo alimento da inserire nella nostra dieta, ma un supporto  completo e naturale che va ad integrare quei minerali che rappresentano il sostegno simbolico, ma anche reale e concreto del nostro corpo: lo scheletro.
Se lo si vuole assumere per integrare oligoelementi e minerali lo si può trovare in commercio sotto forma di farina nei negozi di alimentazione biologica.
La farina di miglio bruno la si può utilizzare cruda: uno o due cucchiaini in un bicchiere d'acqua ad inizio giornata. Generalemente è ben tollerata, ed è utilizzabile anche da chi è ciliaco in quanto questo cereale non contiene glutine, in alcuni casi però può dare dei piccoli fastidi allo stomaco, in questo caso sospendere semplicemente l'utilizzo.
Se invece volete utilizzare il cereale in chicco ecco un'ottima ricetta sana e gustosa:  sano con gusto