giovedì 31 marzo 2016

Rosa Canina: una pianta per tutte le stagioni

Il macerato glicerico (o gemmoderivato) di Rosa Canina è un rimedio versatile e utile da tenere per tutto l'anno nel nostro armadietto di "pronto soccorso naturale", soprattutto se si hanno bambini piccoli in casa.
La Rosa Canina vanta infatti proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e vitaminizzanti. E' ricca di vitamina C, bioflavonoidi e tannini.
Son proprio queste caratteritiche, poche ma molto importanti, che la rendono davvero utile in tutte le stagioni, senza contare che è un rimedio da poter dare a bambini anche molto piccoli!
La minima presenza di alcool rispetto alle tinture madri, nelle quali il solvente utilizzato è quasi esclusivamente alcool, e la "dolcezza" dei principi attivi, rendono la Rosa Canina un grande aiuto per genitori che non vogliono eccedere nell'uso di farmaci in bambini piccoli. La gemmoterapia è infatti un metodo naturale che si trova a metà strada tra la fitoterapia e l'omeopatia. I macerati glicerici  vengono prodotti lasciando macerare le parti embrionali della pianta (giovani getti, gemme, prime piccole radici, scorze di giovani rami...) in acqua, glicerina e alcool e successivamente dinamizzati, come se fossero un rimedio omeopatico.
Se per un adulto si consigliano dalle 50 alle 150 gocce al giorno, per i bambini sopra i due anni si va dalle 20 alle 60 gocce al giorno, per bambini ancora più piccoli, quindi intorno all'anno si possono dare da 1 a 15 gocce al giorno. La somministrazione varia ancora per gli adolescenti e per le persone anziane, ovviamente è necessario rivolgersi ad un esperto per avere la posologia adeguata, ad esempio un naturopata o un farmacista. In ogni approccio naturale è importante che le indicazioni vengano studiate "ad hoc" per ogni singola persona: il professionista, avendo ricevuto tutte le informazioni necessarie sulla situazione generale, sulla problematica specifica e sulle abitudini, individua il rimedio adatto e la posologia corretta.
Tutte queste caratteristiche della Rosa Canina ci danno la possibilità di utilizzarla in questo periodo primaverile per far fronte ad esempio alle allergie: la ricchezza di vitamina C aiuta il sistema immunitario a modulare la produzione di istamina, la sostanza che provoca i fastidiosi sintomi nelle persone allergiche. In più, avendo azione antinfiammatoria, aiuta a sfiammare le mucose coinvolte.
L'apporto di vitamina C, nettamente superiore a quello degli agrumi, ci permette inoltre di utilizzare la Rosa Canina nei mesi autunnali in preparazione alla stagione fredda. Questo macerato aumenta infatti le difese immunitarie del bambino, così come fitoterapici quali echinacea ed uncaria agiscono nell'adulto.
Ma questa fantastica pianta è utilissima anche in inverno, è infatti consigliata per malattie da raffreddamento recidivanti, per faringiti, otiti e tonsilliti.
La sinergia della vitamina C con le proprietà antiossidanti migliora la circolazione sanguigna e protegge i capillari; questa caratteristica è probabilmente più interessante per le mamme soggette a pesantezza alle gambe dovuta a cattiva circolazione che può sopraggiugere soprattuto con le alte temperature estive. Ed ecco dimostrato il titolo del  post: nessun eufemismo!