giovedì 15 ottobre 2015

Allarme pidocchi


Questa mattina, quando ho portato Melissa all'asilo, ho visto sulla bacheca degli avvisi questo messaggio: "si sono verificati casi di pediculosi". Ecco il terrore sul viso di noi mamme!
I pidocchi sono piccoli parassiti che vivono e si riproducono sul cuoio capelluto. Un segnale evidente per capire se nostro figlio ha contratto i pidocchi è un'intenso prurito soprattutto nella zona dietro le orecchie. E' facile individuarne le uova: sono molto simili alla forfora, ma scrollando le ciocche non cadono.
Il rimedio naturale per eccellenza contro i pidocchi è l'olio essenziali di tea tree, o di  melaleuca che dir si voglia. E' ottimo sia in via preventiva che per debellare l'insetto già insediato.
L'olio essenziale di tea tree ha proprietà antibatteriche, antiparassitarie, antisettiche, antivirali, antifunginee, antiodoranti. E' utilizzato principalmente nel trattamento delle problematiche di pelle quali micosi, eczemi, herpes, dermatiti, è ottimo su mucose ad esempio per afte, ascessi o candida, e grazie alla sua caratteristica di essere un ottimo antiparassitario è indicato proprio in caso di pidocchi.

Pur essendo un olio essenziale senza nessun principio attivo irritante, io consiglio sempre di non utilizzarlo puro soprattutto sulla pelle dei bambini che è molto delicata e più ricettiva rispetto a quella di un adulto. E' bene quindi utilizzare sempre un vettore. Ottimi gli oli vegetali: olio di mandorle dolci, olio di riso... che siano sempre biologici e spremuti a freddo. Un cucchiaino da caffè di olio vegetale e 3 gocce di tea tree oil spalmato delicatamente nella zona dietro le orecchie e frizionato leggermente sulla cute al mattino e alla sera aiuta a prevenire il contagio. Se invece dobbiamo debellare il parassita già insediato il procedimento è un po più lungo, ma niente paura: nulla di complesso. Utilizziamo sempre il nostro olio essenziale di tea tree questa volta nello shampoo nella misura di una noce di prodotto e 3 gocce di olio essenziale di tea tree e 3 gocce di lavanda. Lasciare in posizione il prodotto per qualche minuto anche 5/10, o comunque quanto riesce a resistere il bimbo. Dopo aver sciacquato ungere la cute con olio di Neem, senza esagerare, e passare un pettinino a denti fitti, ad esempio quello che si usa per la crosta lattea.
L'olio di Neem ha proprietà fortemente antiparassitarie e antibatteriche, ma possiede anche altre qualità: è ricco di vitamina E, antiossidante, combatte infezioni virali e favorisce l'attività del sistema immunitario.
Mi preme ribadire ancora una volta che tutti i prodotti che usiamo è bene che siano biologici e realmente naturali. Leggiamo sempre le etichette perchè spesso la parola natura è usata impropriamente.
Un'ottimo sito che potete consultare è http://www.aroma-zone.com, lo dico senza nessun interesse personale, io utilizzo i loro prodotti e sono davvero ottimi!
Vi auguro di non dover ospitare mai questo fastidioso animaletto, ma se dovesse capitarvi ora potete affrontarlo con le armi giuste!