martedì 22 settembre 2015

La montata lattea tarda ad arrivare: ecco i rimedi naturali

L'allattamento al seno è un'esperienza bellissima per la donna diventata ormai mamma a tutti gli effetti. E' come una maratona: le fatiche estreme, poi il traguardo e finalmente godersi il risultato. Quel meraviglioso risultato che stringi tra le braccia e senti ancora parte di te quando si attacca al tuo seno.
Sull'importanza dell'allattamento al seno siamo ormai ben informati: ostetriche, pediatri, riviste di settore; tutti oggi sostengono il ritorno di questo evento  del tutto naturale come la migliore scelta per l'alimentazione del neonato.
Le qualità nutrizionali del latte materno sono fondamentali per una crescita ottimale, sia qualitativamente che quantitativamente, tant'è che costituisce il modello di riferimento per la formulazione dei latti artificiali.
Per non parlare delle proprietà di difesa: tramite il latte materno il bambino riceve anticorpi che si trovano nel latte materno, e risponde meglio all'aggressione di microbi e batteri.
Ed infine il cosiddetto bonding, quel legame unico e così intenso che unisce mamma e bambino, il cui sviluppo è legato al  contatto e all'allattamento al seno sin dalle prime ore di vita.
Non mi voglio però soffermare oltre su questi temi, ma vorrei parlarvi di come la natura ci aiuta e ci supporta se il nostro desiderio di allattare è forte, ma subentra qualche "disguido" nel percorso.
Un parto traumatizzante, i commenti indesiderati sulla quantità o la consistenza del latte, magari in un momento in cui può capitare di essere fragili ed insicure,  sono decisamente elementi di disturbo per un allattamento sereno.
La natura ci mette a disposizione erbe, oli essenziali, tecniche di medicine orientali come la moxibustione che aiutano a stimolare la produzione di latte.
Tra le piante galattogoghe troviamo la galega e il fieno greco, ma anche altre erbe vengono utilizzate per le tisane come ad esempio il finocchio che ha proprietà carminative e digestive ed inoltre conferisce un sapore gradevole al latte, l'ortica ricca di ferro, la verbena che oltre a stimolare la produzione di latte regola la produzione ormonale. Il metodo ideale per assumere queste erbe è la tisana perchè stimola a bere ed i principi attivi sono maggiormente diluiti rispetto ad una tintura e quindi più tollerati dal bambino.
Anche gli oli essenziali ci vengono in aiuto, e cosa c'è di meglio di un bel massaggio aromatico!? Qualche goccia di olio essenziali di niaouli e di olio essenziale di finocchio diluite in olio di mandorle, utilizzare questo rimedio per un massaggio alla pianta dei piedi  mattina e sera si stimola la montata lattea. Le proporzioni sono di circa 50ml di olio vegetale (mandorle, jojoba, sesamo...) 15/20 gocce di oli essenziali.
E non è finita qui: anche le tecniche di trattamento come lo shiatsu e la moxibustione utilizzate sui punti di medicina tradizionale cinese adatti ad equilibrare il flusso del Qi aiutano a stimolare la comparsa del latte.
A completare il tutto, come dicevo poc'anzi, se la montata lattea non arriva subito ci deve essere il grande desiderio di allattare al seno da parte della donna e il supporto delle persone che le vogliono bene, il marito in primis che al suo fianco deve sostenerla e accompagnarla in questo delicato percorso.